L’importanza della Vitamina C per il cavo orale

L’importanza della Vitamina C per il cavo orale
La Vitamina C, o Acido Ascorbico, è la più conosciuta tra tutte le vitamine, considerata un vero e proprio nutriente fondamentale per l’organismo. E’ idrosolubile (solubile in acqua), non viene accumulata nel corpo e deve essere introdotta con la dieta.

Può deteriorarsi facilmente, soprattutto per azione del calore, diminuisce fortemente con la conservazione prolungata, non più di 3-4 giorni, e con la cottura. E' dunque consigliabile consumare frutta e verdura freschi e crudi, regola che, quando è possibile, è preferibile adottare con ogni tipo di frutta e verdura.

Perché è importante per il cavo orale

La vitamina C è necessaria per la formazione e stabilizzazione del collagene, proteina indispensabile per la produzione del tessuto connettivo, per la riparazione dei tessuti, per la cicatrizzazione delle ferite, per mantenere sani i capillari, per la salute degli alveoli dentali e per conservare tessuti e vasi sanguigni forti  per l’ancoraggio dei denti. E’ stata definita come una vitamina importante per il parodonto, perché gengive, ossa e denti sono tenuti insieme da fibre connettive costituite, per la maggior parte, da collagene. In pazienti con stadi avanzati di malattia gengivale, infatti, sono stati rilevati bassi livelli di vitamina C. 

E’ antiossidante perché protegge la membrana cellulare dai fenomeni di ossidazione dovuti ai radicali liberi che ne causano l’invecchiamento. Aiuta anche a rigenerare il glutatione, altro essenziale antiossidante che risulta essere carente nei soggetti affetti da piorrea. Altro ruolo rilevante è migliorare l’assorbimento e il metabolismo del ferro e del calcio che irrobustisce il tessuto osseo del dente.

Qual è il fabbisogno giornaliero

Il fabbisogno giornaliero di Vitamina C è di circa 90mg per gli uomini e 75mg per le donne. Questa quota deve essere aumentata se l’individuo è un fumatore, infatti per ogni sigaretta fumata il corpo consuma circa 25 mg di vitamina C. Pertanto chi fuma dovrebbe raggiungere i 200/500mg giornalieri per garantire un’adeguata concentrazione plasmatica di acido ascorbico. 

Poiché, come abbiamo sopra citato, è un’importante antiossidante, è in grado di invertire il danno ossidativo causato dal fumo e stimolare le proprietà antimicrobiche naturali del sistema immunitario offrendo protezione al cavo orale, prevenendo disturbi come gengiviti e piorrea.

La vitamina C può essere un’alleata anche in gravidanza quando, i cambiamenti ormonali, influenzano le modalità con cui il corpo reagisce alla placca batterica. A causa di queste variazioni le gengive possono apparire arrossate, gonfie e sanguinanti: si tratta di gengivite gravidica, abbastanza frequente. Anche in questo caso può essere di aiuto un supplemento di questa vitamina, la dose giornaliera consigliata è di 100mg. 

Dove si trova

Fonti principali di acido ascorbico,  tra i frutti ci sono: kiwi, arance, mandarini, limone, uva, ribes, papaya, ananas, fragole, melone, mango, lamponi e mirtilli. Fra le verdure, invece, sono particolarmente ricchi i peperoni verdi, in misura minore, i broccoli, i cavoli, i cavolini di Bruxelles e i cavolfiori, gli spinaci, le cime di rapa e le altre verdure a foglia scura, le patate, i pomodori e la zucca.


Per maggiori informazioni e per prenotare una visita contattaci tramite form
 


Condividi

Trova una sede Prenota una visita Chiedi informazioni